In cooperazione con Amazon.it Sono diventata un'affiliata Amazon! Se acquisterete cliccando su questa foto di fianco (programma affiliazione amazon), infatti, mi arriverà una minima commissione dalle tasche del sito (mi sembra meno del 5%) e io provvederò a utilizzare quei soldi per acquistare libri, graphic novel e quant'altro da poter recensire sul blog. Ringrazio tutti coloro che utilizzeranno questo link!

martedì 30 maggio 2017

WISHLIST E ACQUISTI: Ci sono dei criteri?

Ultimamente ho riguardato le wishlist che ho sui vari social - quali goodreads, anobii o anche amazon - e mi sono resa conto che non tutti quei titoli che avevo segnato mi davano quel grande interesse che mi davano un tempo. Così, con molta tranquillità (e molta calma), ho iniziato ad eliminare tutti quei titoli che, ormai, non mi dicevano più nulla.
E voi mi direte, e quindi? Quindi, questo mio eliminare libri dalla lista desideri mi ha portato a scrivere questo post, dove vorrei porvi qualche domanda - e darvi qualche risposta personale - sul termine ''wishlist''.
Ogni volta che leggo un articolo di qualche blogger o guardo un video di youtuber che parlano di libri, sento sempre una frase che dice "nella mia infinita wishlist" (o qualcosa di simile). Voi vi rispecchiate in questa frase? Siete fieri, felici, soddisfatti di potervi rispecchiare in essa?
Pensandoci bene, mi sono resa conto che forse non vorrei una wishlist infinita, non vorrei avere dei titoli da dover acquistare per forza di cose, perché magari tal tipo ha detto che è una lettura da fare.

Qualche anno fa, tenevo un quadernino dove aggiungevo ogni tanto dei titoli che mi ispiravano e che volevo assolutamente acquistare. Rileggendo questi ultimi, mi sono resa conto che quasi il 50% dei titoli non so nemmeno di cosa parlino. Questo perché? Molto probabilmente, avrò aggiunto quei titoli solo perché famosi, o perché osannati e spammati in ogni dove. Ciò, quindi, mi ha portato anche all'acquisto di volumi che probabilmente non mi ispiravano e che adesso stanno prendendo polvere
nella mia libreria, quando magari avrei potuto spendere quei soldi per libri che mi attiravano di più ma che magari erano più sconosciuti.
Fatto sta che, ultimamente, ho deciso di cambiare il mio modo di pensare su questi argomenti. In primis, ho deciso di non aggiungere titoli a casaccio nella mia wishlist solo perché mi piace la copertina o ha cinque stelline su goodreads. Ho intenzione di leggere prima la trama ed informarmi su cosa gli altri ne hanno pensato, ovviamente sempre nei limiti (ovvero senza spoiler): so che ciò si dovrebbe fare a prescindere, ma penso di aver acquisito un'idea sbagliata di "lista dei desideri". Perché, in fondo, se ci pensate, un po' tutti abbiamo quella mania di aggiungere titoli senza nemmeno pensarci, quando la parola desideri, in realtà, sta a significare i nostri desideri, e non quelli altrui. 
Dovete anche sapere che spesso ho snobbato libri che sarebbero potuti diventare la mia salvezza, il mio rifugio, solo perché molto sconosciuti e non letti dalle persone che conoscevo o seguivo. Cosa assolutamente sbagliata, ma che non capivo a fondo (ho intenzione di parlavi anche di questo in un altro post discussione, se può interessarvi).

Ciò che vorrei chiedervi, è: siete contenti dei titoli della vostra wishlist? Siete sicuri che siano ciò che vi interessa davvero, e non una lista di libri sentiti ovunque e messi a casaccio? 
Ovviamente non ho intenzione di sminuire un libro di cui non si conosce la trama, o il parere altrui, anzi, molte volte mi sono ritrovata a leggere libri di cui non conoscevo nulla (acquistati magari solo per la copertina) e che si sono rivelati degli ottimi volumi, a volte di puro intrattenimento ed altre di nuova conoscenza. Ho però deciso di voler essere più mirata sui titoli che ho intenzione di aggiungere alla mia lista e, di conseguenza, di acquistare. Questo, vorrei precisare, non significa che non acquisterò mai più a scatola chiusa, magari attirata solo da un elemento in particolare, ma che sento il bisogno di rivoluzionare tutto ciò che riguarda la mia libreria e, in generale, i miei libri, facendo in modo di avere un metodo soltanto mio per scegliere, acquistare e leggere un volume. Non ho più voglia di acquistare un libro perché amato da tutti, né tantomeno evitare quello odiato dalla maggioranza.
Quello che quindi vorrei sapere da voi è cosa ne pensate di questo argomento. Come scegliete i titoli da aggiungere alla wishlist? E quando li acquistate, cosa provate? Venite molto influenzati dal parere altrui o preferite fare solo di testa vostra, seguendo il vostro istinto? 
Fatemi sapere.

Nessun commento:

Posta un commento