In cooperazione con Amazon.it Sono diventata un'affiliata Amazon! Se acquisterete cliccando su questa foto di fianco (programma affiliazione amazon), infatti, mi arriverà una minima commissione dalle tasche del sito (mi sembra meno del 5%) e io provvederò a utilizzare quei soldi per acquistare libri, graphic novel e quant'altro da poter recensire sul blog. Ringrazio tutti coloro che utilizzeranno questo link!

venerdì 30 dicembre 2016

TOP 10: i 10 libri che mi hanno segnato positivamente quest'anno. (2016) || collab. LaCry

Ciao lettori!
Come saprete, ci avviciniamo alla fine di questo 2016, dando spazio al 2017, sperando che porti tante belle novità a tutti noi. Proprio per questo, oggi vi porto un resoconto dei libri più belli letti quest'anno, anche se in compagnia! Infatti, questo post è in collaborazione con la dolcissima Cristina del blog Il mondo di Cry, che vi stra consiglio di visitare, proprio perché lei è una persona squisita.

Io, personalmente, ho cercato di stilare questa lista facendo una classifica, partendo quindi dal decimo libro, al primo. Ci ho messo un po' per riuscire a stilarla per bene, e ancora non sono del tutto sicura, ma nonostante questo, so che tutti i titoli, in un modo o nell'altro, mi sono entrati nel cuore quest'anno.
Prima di iniziare, però, vorrei consigliarvi tre titoli che non sono riuscita ad inserire e che mi dispiacerebbe troppo non nominarvi, quindi fatemeli passare per buoni:
Va' dove ti porta il cuore
La psichiatra
I dolori del giovane Werther 
E adesso, partiamo con la classifica vera e propria! 


10) Harry potter e la maledizione dell'erede.




Possiamo dire che questo è stato un po' l'anno della scoperta e della riscoperta di Harry Potter, e del mondo costruito dietro di esso. Harry Potter e la maledizione dell'erede non è uno dei migliori libri del 2016 perché magari può collocarsi nell'alta letteratura, anche perché è una semplice sceneggiatura. E' uno dei libri che mi ha fatto sorridere, dalla prima pagina all'ultima. Un libro che mi ha portato alla mente tanti ricordi, e che terrò custodito gelosamente.

9) Shadowhunters.


Nel 2016 mi sono addentrata in questo meraviglioso mondo, concludendo sia la serie principale che Le origini della amata Cassandra Clare, e ovviamente non potevo non menzionarle, avendomi accompagnata per gran parte di quest'anno. Una serie che continuerò a consigliarvi, e se vi va di scoprire il mio parere più approfondito sulla trilogia, vi lascio linkata qui la mia recensione.

8) Demian.


All'ottavo posto metto Demian, un libro che penso non possa piacere a tutti, anzi, ma che a modo suo si fa apprezzare. Grazie a questo libro il mio pensiero è cambiato molto su tantissime cose, ho iniziato a guardare il mondo con occhi diversi, a notare meglio la linea sottile che divide il bene dal male e a soffermarmi su come questa linea, molte volte, non regge. Anche in questo caso ho fatto una recensione, ve la lascio qui

7) Non aspettare la notte.


La D'Urbano è ormai una garanzia, per me. Appena ho saputo che sarebbe uscito un suo nuovo libro, sono corsa in libreria e l'ho divorato, amandolo alla follia. Questo libro narra di una storia forse scontata, ma raccontata in modo fin troppo originale, e chi ha letto almeno un libro della D'Urbano sa quanto riesce a farti entrare i suoi personaggi nel cuore, distruggendoti per ogni minimo dettaglio. Anche per questo, vi lascio la recensione qui

6)  I miei piccoli dispiaceri.


Con I miei piccoli dispiaceri parliamo di una lettura che è riuscita a cambiarmi totalmente. Un libro che mi ha stravolto la vita, che è arrivato nel momento in cui ne avevo più bisogno. Sono davvero felice di aver letto questo libro, soprattutto in quel determinato momento. E nonostante ci abbia messo tantissimo per concluderlo, non posso fare a meno di consigliarvelo caldamente, perché questo libro riuscirà a farvi crescere, in tutti i sensi. Anche per questo, vi lascio la recensione qui, una recensione a cui tengo molto, e a cui spero darete un'occhiata.

5) Il miniaturista.


Questo è stato il penultimo libro letto, che mi ha fatta compagnia durante la mia giornata di Natale bloccata a letto causa febbre/influenza. In questo libro vengono trattati molti temi, tutti in modo quasi crudele, come per sottolineare quanto la realtà sia, tantissime volte, contro le persone stesse. Parla di sodomia, di falsità. Di una città che può essere corrotta in tutto grazie ai soldi. Anche questo, non posso fare a meno di consigliarvelo.

4) Il circo della notte.


Ci avviciniamo al podio, e questo è sicuramente uno di quei libri da primi posti, ma ho deciso di metterlo al quarto per il semplice motivo che i primi tre sono tre libri abbastanza speciali. Di questo libro ho fatto una recensione, ve la lascio qui. Grazie a questo libro ho riscoperto la magia, ho trovato una voglia incredibile di continuare questo libro, che non mi capitava da molto, e l'ho divorato. Inoltre ad esso sono legati un paio di ricordi magnifici, quindi sì, è sicuramente importante per quest'anno.

E adesso.... Il podio!

3) Jane Eyre.

Al terzo posto abbiamo Jane Eyre, un classico che ho amato alla follia. Mi rispecchio tantissimo nella protagonista e non saprei davvero che dire, è un libro fin troppo più grande di me, quindi vi dico solo di leggerlo. 

2) Sette minuti dopo la mezzanotte. 

Anche di questo libro me ne avete sentito parlare fino allo sfinimento, quindi se volete sapere il mio parere, leggete la mia recensione qui.

1) Noi siamo grandi come la vita.


Dopo averci pensato tantissimo, ho capito che il libro che riesce ad ''aggiudicarsi'' il primo posto, è sicuramente Noi siamo grandi come la vita, un libro che mi ha dato tanto, forse troppo. Noi siamo grandi come la vita parla di rinascita, una rinascita interiore, che tutti prima o poi dobbiamo affrontare, ognuno per un motivo diverso, che molto spesso è qualcosa di negativo. Si parla di adolescenti, ma anche di problemi da ''adulti''. Si parla di diventare grandi, e di come, a volte, non c'è assolutamente bisogno di diventarlo per fare qualcosa. Recensione qui.


Se siete arrivati fin qui, vorrei concludere il post dicendo due cosine.
Siamo quasi giunti alla fine di un altro anno.
Io, di sicuro non immaginavo che sarei ritornata nel mio angolino, questo spazio dove persone sconosciute riescono a capirti, a consigliarti e a sollevarti, a modo loro. Tutto grazie ai libri.
Non immaginavo davvero che aprire un blog sarebbe stato questo, qualche anno fa se mi avessero detto ''aprirai un blog'' avrei risposto ''chi lo apre lo fa solo per avere i libri gratis'', invece non sempre è così. Un blog è un posto in cui, anche se dovresti essere solo, non lo sei mai, sei sempre circondato da persone come te, e non ti senti più solo, ma hai quel continuo affetto anche quando magari un post non piace a nessuno. Penso che l'inizio sia drammatico un po' per tutti, e anche un po' per tutte le cose. Chi non ha paura di iniziare qualcosa? Io adesso sono all'inizio, e mi sta piacendo da matti. Spero di continuare ancora per molto a parlare di libri e di qualsiasi altra cosa con voi. E, ovviamente, spero che voi vogliate farlo con me, nonostante io sia una piccola forse fin troppo ragazza di secondo superiore.
Concludendo, ringrazio voi per avermi supportata e sopportata, ringrazio me stessa per non essermi fermata al primo ostacolo e vi faccio i miei più sentiti auguri per questo nuovo 2017, in modo che tutti i vostri desideri possano avverarsi, uno dopo l'altro.

Io vi invito ancora una volta a leggere il post di Cristina appena lo pubblicherà e, 
alla prossima, lettori! 


6 commenti:

  1. Ciao! Sicuramente "Va' dove ti porta il cuore" è una storia indimenticabile, così come Jane Eyre!
    Anche io, quando ho aperto il blog nell'aprile del 2015, avevo molte perplessità, soprattutto perché non sapevo come impostarlo e su quali argomenti concentrarmi. Adesso non potrei fare a meno di questo mio angolino e sono felice di condividere le mie passioni con tanti altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambi mi sono entrati nel cuore e mi sarebbe dispiaciuto non citare Va' dove ti porta il cuore.
      Sono contenta che anche per te sia così, e spero vivamente che continuerai con questa ''avventura''!

      Elimina
  2. Molti bei titoli, alcuni dei quali spero di riuscire finalmente a leggere anche io nei prossimi mesi, compresa Jane Eyre che è una mancanza assolutamente da colmare. Buon anno!

    RispondiElimina
  3. Eccomi qui!
    Sono riuscita a pubblicare anche la mia classifica:-)
    Ti ringrazio infinitamente per le tue dolci parole e sarò felice di collaborare ancora con te.
    Mi trovi d'accordo su ogni singola parola che hai scritto alla fine, chi crea un blog, lo fa per conoscere persone con cui condividere pensieri ed emozioni, per lasciare una piccola impronta di sé.
    Io sono felicissima di aver aperto un book blog perché la lettura è sempre stata una parte importante della mia vita e grazie ad esso ho finalmente trovato persone come me.
    Ringrazio ogni giorno per aver trovato persone dolci e speciali come te e altri blogger.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione. Scegliendo le persone giuste, si può creare un legame meraviglioso.
      Grazia ancora per aver collaborato con me!

      Elimina