In cooperazione con Amazon.it Sono diventata un'affiliata Amazon! Se acquisterete cliccando su questa foto di fianco (programma affiliazione amazon), infatti, mi arriverà una minima commissione dalle tasche del sito (mi sembra meno del 5%) e io provvederò a utilizzare quei soldi per acquistare libri, graphic novel e quant'altro da poter recensire sul blog. Ringrazio tutti coloro che utilizzeranno questo link!

domenica 31 luglio 2016

BOOK HAUL + WRAP UP (Luglio 2016)

Ciao a tutti lettori e buon inizio settimana! Come va?
Oggi vi porto, come già annunciato, il book haul più il wrap up.
Perché insieme? Molto semplice, sono stata molto brava e non ho comprato chissà quanti libri e ne ho letti sette, che per me non sono pochi.
Ma bando alle ciance e iniziamo subito!

BOOK HAUL

Tra questi libri fanno parte anche quelli dell'ordine di libraccio, che ho mostrato in due post: qui e qui. Quindi, ve li citerò soltanto, se volete sapere qualcosa in più, cliccate sui link.


- Il miniaturista di Jessie Burton; 
- Ti amo. Come lo hanno detto gli uomini famosi;
- HP e la camera segreta di J.K. Rowling;
- Il mastino dei Baskerville di A. Conan Doyle.

Inoltre, fanno anche parte due libri che mi ha portato mio padre, i quali ho già citato qui. Stessa cosa di sopra. 


- Anagrammi di Lorrie Moore;
- Infinite jest di David Foster Wallace.

E ora, vi mostro i tre libri di cui non vi ho parlato. Tutti e tre regalati, i primi due da mia sorella e l'ultimo dal mio ragazzo.



- Il padre americano di Rocco Carbone
Poche ore dopo il funerale del padre, senza nemmeno aspettare di seppellirlo, Antonio parte per gli Stati Uniti insieme alla bella e capricciosa Mirta, di vent'anni più giovane di lui. Da principio quella vacanza sembra una buona idea, e poi a una ragazza così non si resiste, ma invece di tenerlo lontano dalla sua storia, l'America riporta Antonio col pensiero ad altri tempi. Allora, mentre lui è quasi intrappolato in un presente che gli sembra estraneo, nella sua mente si riaffacciano i ricordi: l'abbandono forzato di Reggio Calabria per evitare le ritorsioni della 'ndrangheta contro il padre giudice, la solitudine nel collegio di Roma, l'amicizia e la competizione con l'amico scrittore Ernesto, gli anni dell'università e la carriera accademica. E, insieme, l'ultimo periodo trascorso con il padre ormai anziano e il loro lento, quotidiano dirsi addio. Eppure quel viaggio da costa a costa è anche qualcosa di più, è una non programmata e metaforica ricerca delle origini, sulle tracce del nonno emigrato tanto tempo prima e per soli cinque anni avvolti nel mistero.
Non avevo mai sentito parlare di questo libro, ma la trama mi sembra molto interessante, vi farò sapere quando lo leggerò (spero presto);


- L'angelo ribelle di Angelo Roma:
Gabriele Borsoni appartiene alla razza di chi ha i piedi saldamente piantati sulle nuvole. Di chi non si accontenta mai, pronto a giocarsi tutto in ogni situazione, mosso da un'inesauribile fame di vita. Dalla volontà di andare oltre, di spendere fino all'ultima goccia del proprio talento e delle proprie faticose conquiste per un colpo di dadi, un'infatuazione, una chiamata del destino. Così, da bambino precocemente ribelle, è pronto a tramutarsi in giovane maudit e mantenuto di lusso a Parigi, in cuoco sopraffino sulle navi da crociera, in avventuriero a Los Angeles. Dietro di sé il ricordo di una madre alcolista, amata con intensità e tormento, e il conflitto con un padre affarista e donnaiolo. Davanti a sé, l'ideale di donna che continua a cercare. Angelo Roma orchestra un romanzo tenero e feroce, una narrazione incalzante nella quale l'autore si misura con i chiaroscuri, le ansie e le speranze della crescita, ben oltre i radicati luoghi comuni sulla gioventù e i sentimenti.
Anche di questo non avevo mai sentito parlare e, inoltre, trame come questa non le ho sentite molto spesso, un settantenne ribelle, sembra molto simpatico. Vi farò sapere.


- Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen:
Elizabeth Bennet è carina, brillante, una perfetta ragazza da marito. Ma, a differenza delle sorelle e in barba ai consigli della madre, non smania per darsi in sposa al primo pretendente. Ha un sogno: vuole innamorarsi e una vera eresia per i suoi tempi - sposare l'uomo che ama. Non sembra cosa facile, ma quando si presenta alla porta di casa Bennet un nuovo interessante vicino, il giovane Mr Darcy, il più appare fatto. Lui è bello, intelligente, pieno di fascino, eppure le cose tra i due non riescono a ingranare e tra fraintendimenti, pettegolezzi, reciproche incomprensioni sembra proprio che Lizzy e Darcy non vogliano rassegnarsi ad ammettere quello che i loro cuori hanno già perfettamente capito.
Esatto, non ho mai letto Orgoglio e pregiudizio, ma lo stavo puntando da molto e, trovandolo a 5, il mio ragazzo me l'ha preso, sicuramente sarà tra le mie prossime letture.

WRAP UP
(Tutti i libri che vi mostrerò sono messo in ordine cronologico di lettura)


- Io prima di te di Jojo Moyes:
A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.
Ho fatto una recensione di questo libro qui, quindi non vi dirò nulla, se siete curiosi, andatela a leggere.
3/5 stelline assegnate su goodreads.


- Il segno dei quattro di A. Conan Doyle:
Chi è il misterioso individuo che manda ogni anno una perla alla signorina Mary Morstan? Quale mistero si nasconde dietro il tesoro che suo padre ha trovato in India? E chi è il misterioso assassino con una gamba di legno? Toccherà a Sherlock Holmes scoprirlo, con l'aiuto dell'inseparabile amico e collaboratore, il dottor Watson.
"Quando hai eliminato l'impossibile, qualsiasi cosa resti, per quanto improbabile, deve essere la verità".
Questo capitolo sulle avventure del nostro carissimo Holmes, è decisamente più ‘complesso’ rispetto a Uno studio in rosso, lo stile di Doyle mi piace molto e posso affermare che è davvero un genio. Tutto ovviamente viene visto dagli occhi di Watson, l'assistente di Holmes, il quale - come noi - sarà all'oscuro di ogni pensiero di Sherlock, che seguirà la propria pista, senza rivelarcela.
5/5 stelline assegnate su goodreads.


- Città di vetro di Cassandra Clare:
Non posso dirvi, ovviamente, la trama né parlarvene chissà quanto, poiché potrei fare spoiler in quanto è il terzo capitolo di una saga.
Posso dirvi che avevo aspettative troppo alte e che, quindi, mi ha un po' deluso, anche se, grazie alla scrittura della Clare, sono riuscita a finire il libro in poco tempo. Con questo non ho detto che questo libro sia brutto, ma, secondo il mio parere, il primo libro è stato sviluppato meglio. Nonostante questo, serie straconsigliata.
4/5 stelline assegnate su goodreads.


- Per dieci minuti di Chiara Gamberale:
Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l'hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Con la profonda originalità che la contraddistingue, Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere.
Anche di questo libro ho fatto una recensione che vi lascio qui.
È un libro perfetto per l'estate, molto carino e scorrevole, anche se con fin troppe ripetizioni. Se siete curiosi di sapere di più, alla rukias-recensione!
3/5 stelline assegnate su goodreads.


- Va' dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro:
"Và dove ti porta il cuore", racconta una storia forte e umanissima in forma di lunga lettera - scandita come un diario - di una donna anziana alla giovane nipote lontana. È una lettera di amore e allo stesso tempo una pacata ma appassionata confessione a cuore aperto di un'intera vita che nel gesto della scrittura ritrova finalmente il senso della propria esperienza e della propria identità.
Sì, anche di questo ho fatto una recensione → qui. Dovrò pur recensirvi quello che leggo, no? Suvvia!
Ho amato questo romanzo, la sua dolcezza, lo stile dell'autrice, la storia, il modo in cui tutto viene raccontato. Stupendo, consigliatissimo, leggetelo! (♦e leggete anche le recensione♦).
5/5 stelline assegnate su goodreads.


- Città degli angeli caduti di Cassandra Clare:
Ovviamente, anche di questo non posso dirvi molto, essendo il quarto capitolo della saga di Shadowhunters (e nemmeno del prossimo, chiedo venia).
Questo capitolo mi ha abbastanza annoiata, non succede molto se non in pochi punti, ma la fine mi ha fatto ricredere e per questo si è salvato per un soffio dalle tre stelline, brava la Clare!
4/5 stelline assegnate su goodreads.



- Città delle anime perdute di Cassandra Clare:
Questo libro l'ho letto sul telefono perché mi rifiuto di acquistare questo libro in quell'edizione rossa, un grande, grandissimo NO.
Come anticipato sopra, non posso dirvi la trama, ma penso che questo capitolo, dopo il primo, sia davvero il migliore. Colpi di scena ad ogni pagina, tutto ciò che non vi aspettate succede, e poi la fine. Ragazzi, la fine.
Leggete questa serie è sclerate con me, forza... dai... vi prego.. *occhi da cucciolo*.
5/5 stelline assegnate su goodreads.


E questo è tutto miei cari lettori.
E voi, avete letto qualcuno di questi libri? E cosa avete acquistato/letto questo mese? Fatemi sapere con un commento, se vi va.
A mercoledì!

Nessun commento:

Posta un commento

Autumn Leaf Autumn Leaf