In cooperazione con Amazon.it Sono diventata un'affiliata Amazon! Se acquisterete cliccando su questa foto di fianco (programma affiliazione amazon), infatti, mi arriverà una minima commissione dalle tasche del sito (mi sembra meno del 5%) e io provvederò a utilizzare quei soldi per acquistare libri, graphic novel e quant'altro da poter recensire sul blog. Ringrazio tutti coloro che utilizzeranno questo link!

domenica 31 luglio 2016

BOOK HAUL + WRAP UP (Luglio 2016)

Ciao a tutti lettori e buon inizio settimana! Come va?
Oggi vi porto, come già annunciato, il book haul più il wrap up.
Perché insieme? Molto semplice, sono stata molto brava e non ho comprato chissà quanti libri e ne ho letti sette, che per me non sono pochi.
Ma bando alle ciance e iniziamo subito!

BOOK HAUL

Tra questi libri fanno parte anche quelli dell'ordine di libraccio, che ho mostrato in due post: qui e qui. Quindi, ve li citerò soltanto, se volete sapere qualcosa in più, cliccate sui link.


- Il miniaturista di Jessie Burton; 
- Ti amo. Come lo hanno detto gli uomini famosi;
- HP e la camera segreta di J.K. Rowling;
- Il mastino dei Baskerville di A. Conan Doyle.

Inoltre, fanno anche parte due libri che mi ha portato mio padre, i quali ho già citato qui. Stessa cosa di sopra. 


- Anagrammi di Lorrie Moore;
- Infinite jest di David Foster Wallace.

E ora, vi mostro i tre libri di cui non vi ho parlato. Tutti e tre regalati, i primi due da mia sorella e l'ultimo dal mio ragazzo.



- Il padre americano di Rocco Carbone
Poche ore dopo il funerale del padre, senza nemmeno aspettare di seppellirlo, Antonio parte per gli Stati Uniti insieme alla bella e capricciosa Mirta, di vent'anni più giovane di lui. Da principio quella vacanza sembra una buona idea, e poi a una ragazza così non si resiste, ma invece di tenerlo lontano dalla sua storia, l'America riporta Antonio col pensiero ad altri tempi. Allora, mentre lui è quasi intrappolato in un presente che gli sembra estraneo, nella sua mente si riaffacciano i ricordi: l'abbandono forzato di Reggio Calabria per evitare le ritorsioni della 'ndrangheta contro il padre giudice, la solitudine nel collegio di Roma, l'amicizia e la competizione con l'amico scrittore Ernesto, gli anni dell'università e la carriera accademica. E, insieme, l'ultimo periodo trascorso con il padre ormai anziano e il loro lento, quotidiano dirsi addio. Eppure quel viaggio da costa a costa è anche qualcosa di più, è una non programmata e metaforica ricerca delle origini, sulle tracce del nonno emigrato tanto tempo prima e per soli cinque anni avvolti nel mistero.
Non avevo mai sentito parlare di questo libro, ma la trama mi sembra molto interessante, vi farò sapere quando lo leggerò (spero presto);


- L'angelo ribelle di Angelo Roma:
Gabriele Borsoni appartiene alla razza di chi ha i piedi saldamente piantati sulle nuvole. Di chi non si accontenta mai, pronto a giocarsi tutto in ogni situazione, mosso da un'inesauribile fame di vita. Dalla volontà di andare oltre, di spendere fino all'ultima goccia del proprio talento e delle proprie faticose conquiste per un colpo di dadi, un'infatuazione, una chiamata del destino. Così, da bambino precocemente ribelle, è pronto a tramutarsi in giovane maudit e mantenuto di lusso a Parigi, in cuoco sopraffino sulle navi da crociera, in avventuriero a Los Angeles. Dietro di sé il ricordo di una madre alcolista, amata con intensità e tormento, e il conflitto con un padre affarista e donnaiolo. Davanti a sé, l'ideale di donna che continua a cercare. Angelo Roma orchestra un romanzo tenero e feroce, una narrazione incalzante nella quale l'autore si misura con i chiaroscuri, le ansie e le speranze della crescita, ben oltre i radicati luoghi comuni sulla gioventù e i sentimenti.
Anche di questo non avevo mai sentito parlare e, inoltre, trame come questa non le ho sentite molto spesso, un settantenne ribelle, sembra molto simpatico. Vi farò sapere.


- Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen:
Elizabeth Bennet è carina, brillante, una perfetta ragazza da marito. Ma, a differenza delle sorelle e in barba ai consigli della madre, non smania per darsi in sposa al primo pretendente. Ha un sogno: vuole innamorarsi e una vera eresia per i suoi tempi - sposare l'uomo che ama. Non sembra cosa facile, ma quando si presenta alla porta di casa Bennet un nuovo interessante vicino, il giovane Mr Darcy, il più appare fatto. Lui è bello, intelligente, pieno di fascino, eppure le cose tra i due non riescono a ingranare e tra fraintendimenti, pettegolezzi, reciproche incomprensioni sembra proprio che Lizzy e Darcy non vogliano rassegnarsi ad ammettere quello che i loro cuori hanno già perfettamente capito.
Esatto, non ho mai letto Orgoglio e pregiudizio, ma lo stavo puntando da molto e, trovandolo a 5, il mio ragazzo me l'ha preso, sicuramente sarà tra le mie prossime letture.

WRAP UP
(Tutti i libri che vi mostrerò sono messo in ordine cronologico di lettura)


- Io prima di te di Jojo Moyes:
A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.
Ho fatto una recensione di questo libro qui, quindi non vi dirò nulla, se siete curiosi, andatela a leggere.
3/5 stelline assegnate su goodreads.


- Il segno dei quattro di A. Conan Doyle:
Chi è il misterioso individuo che manda ogni anno una perla alla signorina Mary Morstan? Quale mistero si nasconde dietro il tesoro che suo padre ha trovato in India? E chi è il misterioso assassino con una gamba di legno? Toccherà a Sherlock Holmes scoprirlo, con l'aiuto dell'inseparabile amico e collaboratore, il dottor Watson.
"Quando hai eliminato l'impossibile, qualsiasi cosa resti, per quanto improbabile, deve essere la verità".
Questo capitolo sulle avventure del nostro carissimo Holmes, è decisamente più ‘complesso’ rispetto a Uno studio in rosso, lo stile di Doyle mi piace molto e posso affermare che è davvero un genio. Tutto ovviamente viene visto dagli occhi di Watson, l'assistente di Holmes, il quale - come noi - sarà all'oscuro di ogni pensiero di Sherlock, che seguirà la propria pista, senza rivelarcela.
5/5 stelline assegnate su goodreads.


- Città di vetro di Cassandra Clare:
Non posso dirvi, ovviamente, la trama né parlarvene chissà quanto, poiché potrei fare spoiler in quanto è il terzo capitolo di una saga.
Posso dirvi che avevo aspettative troppo alte e che, quindi, mi ha un po' deluso, anche se, grazie alla scrittura della Clare, sono riuscita a finire il libro in poco tempo. Con questo non ho detto che questo libro sia brutto, ma, secondo il mio parere, il primo libro è stato sviluppato meglio. Nonostante questo, serie straconsigliata.
4/5 stelline assegnate su goodreads.


- Per dieci minuti di Chiara Gamberale:
Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l'hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Con la profonda originalità che la contraddistingue, Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere.
Anche di questo libro ho fatto una recensione che vi lascio qui.
È un libro perfetto per l'estate, molto carino e scorrevole, anche se con fin troppe ripetizioni. Se siete curiosi di sapere di più, alla rukias-recensione!
3/5 stelline assegnate su goodreads.


- Va' dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro:
"Và dove ti porta il cuore", racconta una storia forte e umanissima in forma di lunga lettera - scandita come un diario - di una donna anziana alla giovane nipote lontana. È una lettera di amore e allo stesso tempo una pacata ma appassionata confessione a cuore aperto di un'intera vita che nel gesto della scrittura ritrova finalmente il senso della propria esperienza e della propria identità.
Sì, anche di questo ho fatto una recensione → qui. Dovrò pur recensirvi quello che leggo, no? Suvvia!
Ho amato questo romanzo, la sua dolcezza, lo stile dell'autrice, la storia, il modo in cui tutto viene raccontato. Stupendo, consigliatissimo, leggetelo! (♦e leggete anche le recensione♦).
5/5 stelline assegnate su goodreads.


- Città degli angeli caduti di Cassandra Clare:
Ovviamente, anche di questo non posso dirvi molto, essendo il quarto capitolo della saga di Shadowhunters (e nemmeno del prossimo, chiedo venia).
Questo capitolo mi ha abbastanza annoiata, non succede molto se non in pochi punti, ma la fine mi ha fatto ricredere e per questo si è salvato per un soffio dalle tre stelline, brava la Clare!
4/5 stelline assegnate su goodreads.



- Città delle anime perdute di Cassandra Clare:
Questo libro l'ho letto sul telefono perché mi rifiuto di acquistare questo libro in quell'edizione rossa, un grande, grandissimo NO.
Come anticipato sopra, non posso dirvi la trama, ma penso che questo capitolo, dopo il primo, sia davvero il migliore. Colpi di scena ad ogni pagina, tutto ciò che non vi aspettate succede, e poi la fine. Ragazzi, la fine.
Leggete questa serie è sclerate con me, forza... dai... vi prego.. *occhi da cucciolo*.
5/5 stelline assegnate su goodreads.


E questo è tutto miei cari lettori.
E voi, avete letto qualcuno di questi libri? E cosa avete acquistato/letto questo mese? Fatemi sapere con un commento, se vi va.
A mercoledì!

sabato 30 luglio 2016

AGGIORNAMENTI BLOG

Buongiorno lettori e buon fine settimana.
Come va? Io sono appena tornata a casa dopo essere stata con mio dad.
Cosa farete di bello? Io rimarrò sul mio divano a leggere e a sclerare per città del fuoco celeste.

Stamattina volevo comunicarvi alcuni cambiamenti che adotterò al blog, riguardo a questo mese d'estate che rimane:

• I post saranno pubblicati tre volte alla settimana: lunedì - mercoledì - venerdì;

• Probabilmente verranno strutturati in questo modo:
lunedì - tag
mercoledì - WWW Wednesdays
venerdì - recensioni;

• Solo in occasioni "speciali" ci saranno post anche di sabato (comunicazioni importanti, post richiesti, o altre cose)

E niente, questo è tutto! Poi per l'inverno si vedrà, poiché con l'inizio della scuola ci sarà molto casino.
Questo lunedì vi posterò il Book Haul + Wrap up del mese, non perdetevelo!

Buon sabato a tutti lettori.

giovedì 28 luglio 2016

The opposite - BOOK TAG.

Ciao a tutti lettori e buon giovedì!
Oggi vi porto questo tag che adoro alla follia, anche se è stato un po' difficile trovare alcune risposte.
Ma partiamo subito!


1. Il primo libro nella tua collezione / Il tuo ultimo acquisto


Il primo primo libro non ne ho la più pallida idea, ma se partiamo dai libri seri, il primo libro è stato Memorie di una Geisha di Arthur Golden; l'ultimo acquisto è stato un regalo, ovvero Il padre americano di Rocco Carbone.

2. Un libro economico / Un libro caro


Beh, come libri economici io direi quelli che la newton compton ci presenta a €0.99 o €1.90, oppure quelli dell'universale economica feltrinelli; un libro caro che possiedo nella libreria è di sicuro Harry Potter e la pietra filosofale illustrato da Jim Kay, che costa la bellezza di €29.00

3. Un libro con un protagonista maschile /Un libro con una protagonista femminile


Il libro con il protagonista maschile scelto da moi è La meccanica del cuore; con protagonista femminile direi Jane Eyre. Due romanzi che ho amato e che vi straconsiglio.
4. Un libro che hai letto velocemente / Un libro-mattone


Regina rossa di Victoria Aveyard; oltre ad essere abbastanza grosso come libro, è stato un libro-mattone per la lentezza dei primi capitoli, che poi sono stati sempre più scorrevoli, infatto vi consiglio davvero tanto questo libro (unico che ho letto dell'autrice), L'ospite di Stephenie Meyer.

5. Una cover bella / Una cover brutta


Prometto di sbagliare, non so perché questa copertina mi piaccia così tanto, ma la adoro; Il Barone di Sveva Casati Modignani, edizione dell'edicola che non mi piace per niente.

6. Un libro italiano / Un libro straniero


Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano; beh, di libri stranieri ne ho tantissimi, ma vi cito L'alchimista di Paulo Coelho, che adoro come scrittore.

7. Un libro sottile / Un libro spesso


Un libro strasottile è sicuramente Senza sangue di Baricco, sulle 70 pagine; un libro spesso, beh, Infinite Jest di D. F. Wallace con le sue 1700 o più pagine.

8. Un romanzo / Un non-fictional book


Il miniaturista di Jessie Burton; Fai bei sogni di Massimo Gramellini, che è un'autobiografia.

9. Un romanzo molto....troppo romantico/ Un romanzo pieno d'azione


Mh, opterei per Ricordati di guardare la luna di Sparks come libro romantico; d'azione vi cito non un romanzo, bensì la saga di Shadowhunters, che è la vita ciaone.

10. Un libro che ti ha resa felice / Un libro che ti ha resa triste


mi ha resa "felice" Noi siamo grandi come la vita (recensione: qui); come libro triste direi Nessuno si salva da solo della Mazzantini, che ho adorato alla follia.



E questo era il tag ragazzi! Spero vi sia piaciuto quanto è piaciuto a me, alla prossima!

mercoledì 27 luglio 2016

WWW .. Wednesdays #2

Buon mercoledì lettori!
Anche voi, come me, ieri vi siete dati alla pazza gioia con dolci e dolcini?
Oggi vi propongo il secondo appuntamento con la rubrica WWW Wednesdays, ma iniziamo subito!


Cosa hai appena finito di leggere?
Ho da pochissimo concluso il quinto capitolo di shadowhunters, ovvero città delle anime perdute. Ve ne parlerò di sicuro nel wrap up di questo mese.


Cosa stai leggendo?
Ovviamente, appena concluso il quinto capitolo mi sono fiondata subitissimo sul sesto. Va da sé che sto leggendo città del fuoco celeste. Anche se non penso di riuscire a finirlo per la fine del mese, me sad.


Cosa leggerai successivamente?
Sinceramente non ne sono molto sicura, ma penso di leggere Il giovane Holden di Salinger. Ma non ne sono certa perché dovrebbe arrivarmi The Program e lo leggerò appena arriverà.

martedì 26 luglio 2016

Fairy Tale - BOOK TAG.

Ciao a tutti lettori, buon martedì!
Ah, auguri a tutte le Anna! (si può dire, vero? sssh)
Oggi voglio cimentarmi nel fare questo tag carinissimo che ho visto sul blog di Ombre Angeliche (che io adoro alla follia).
E' un tag con inerenti le fiabe, ma partiamo suubito!



PINOCCHIO: 
Su quale libro hai mentito perché hai paura di confessare che ti è piaciuto?
Sinceramente nessuno, non capisco perché dovrei essere obbligata a dire che un libro mi sia piaciuto.


LA BELLA E LA BESTIA:
Quale libro che ami ha una copertina orribile?
Oddio, sinceramente non ne ho idea, cerco sempre di trovare il lato positivo di in un libro in tutto e per tutto, anche nella copertina. Sappiate che praticamente tutti odiano le copertine di Shadowhunters italiane, mentre a me non dispiacciono così tanto.


BIANCANEVE: 
Qual è stato l'ultimo libro che hai comprato basandoti solo sulla copertina?

Direi assolutamente questi due libri, ceh guardateli, e poi li ho trovati ad un prezzo irrisorio, fate conto che costano €20 l'uno e io li ho pagati €9 entrambi!

(ovviamente, non li ho ancora letti, mea culpa).




LA BELLA ADDORMENTATA:
Qual è la tua coppia libresca preferita?
Okay, mi sono accorta di non avere chissà quanti libri con un qualche tipo di storia, quindi mi fiondo sulla serie di Divergent, citando -ovviamente- Quattro e Tris.
(cito questa coppia anche preferendo la Sizzy e la Malec di shadowhunters, ma l'ho già citata in un certo senso e la citerò anche successivamente).


LA SIRENETTA: 
Se ti piace provare generi nuovi,
qual è l'ultimo che hai provato?
Adoro leggere un po' di tutto e, ultimamente, ho letto un classico, cosa un po' insolita per me perché, anche se mi ispirano un casino, ci metto sempre un po' per leggerli, e, il mese scorso, mi sono fiondata sul mio secondo classico, ovvero Jane Eyre, che entrato a far parte dei miei libri preferiti in assoluto.




CENERENTOLA: 
Qual è stato l'ultimo libro che ti ha fatta restare sveglia tutta la notte?
E' successo proprio ieri con Shadowhunters città delle anime perdute. E, omiodio, ho iniziato da pochissimo città del fuoco celeste e OMIODIO. Penso che il penultimo sia tra i migliori di tutta la serie principale, ogni pagina un colpo di scena e poi, il finale ragazzi, il finale. 




RAPERONZOLO:
Qual è stato il peggior libro che hai letto recentemente?
Peggiore è un parolone, semplicemente mi aspettavo molto di più, sto parlando di Per dieci minuti di Chiara Gamberale, vi lascio la recensione qui
Come ho detto, non è stato il peggior libro, ma tra tutti quelli che ho letto questo mi ha deluso abbastanza, poiché una mia compagna di classe lo aveva molto pompato. 



E nulla lettori, questo era il tag! Io ora vado ad aspettare il mio dolce per riempire il mio pancino (grazie onomastici che date la gioia di avere del cibo). 
Spero vi sia piaciuto, un abbraccio lettori! 



lunedì 25 luglio 2016

Recensione: Va' dove ti porta il cuore - Susanna Tamaro (NO SPOILER)

Ciao a tutti ragazzi e buon inizio settimana, oggi vi porto la recensione di un libro che mi ha davvero cambiato la vita, spero che tutti voi lo abbiate letto o che lo leggiate, davvero. 


TRAMA
Informazioni edizione: 
Bompiani, brussura
165 pagine (o giù di lì)
€11.00
"Và dove ti porta il cuore", racconta una storia forte e umanissima in forma di lunga lettera - scandita come un diario - di una donna anziana alla giovane nipote lontana. È una lettera di amore e allo stesso tempo una pacata ma appassionata confessione a cuore aperto di un'intera vita che nel gesto della scrittura ritrova finalmente il senso della propria esperienza e della propria identità.
link per acquistarlo: amazon













RECENSIONE
"Sai qual è un errore che si fa sempre?
Quello di credere che la vita sia immutabile, come una volta preso un binario lo si debba percorrere fino in fondo. Il destino invece ha molta più fantasia di noi. Proprio quando credi di trovarti in una situazione senza via di scampo, quando raggiungi il picco di disperazione massima, con la velocità di una raffica di vento tutto cambia, si stravolge, e da un momento all'altro ti trovi a vivere una nuova vita."
Va' dove ti porta il cuore.
È un consiglio saggio, questo?
Seguire il cuore è una scalata che porterà ad una vista meravigliosa o ad un precipizio?
Questo libro è un insieme di lettere, lettere d'addio. E di verità.
In queste lettere, la protagonista - Olga -, racconterà la sua vita a sua nipote, orfana fin da giovane e accudita, per l'appunto, da sua nonna.
Olga non nasconderà nessun particolare, anche sapendo che potrebbe allontanare ulteriormente sua nipote, che in quel momento si trova in America.
Come ci rileverà la protagonista fare errori è naturale, andarsene senza averli compresi vanifica il senso di una vita.
Alla fine di questo libro le mie mani hanno iniziato a tremare, il mio cuore ha sussultato. Ed io ho iniziato a vivere.
Non si può sfuggire alla potenza di questo libro, alla potenza di queste poche, pochissime 165 pagine che si depositeranno al centro del vostro cuore, iniziando a frantumarlo, per poi ripararlo e frantumarlo di nuovo, più e più volte. Fino a quando arriverete al significato vero e proprio di questo libro: fai le cose perché sei tu a volerle, segui il tuo cuore, va' dove lui ti porta.
Il cuore potrebbe intendersi come una metafora di se stessi, va' dove tu vuoi, dove tutto te stesso ha il bisogno di andare, non fermarti a ciò che alla gente potrebbe dire, non pensare a cosa penserà questa o quella determinata persona.
Questo libro affronta di morte, di abbandono, di soffitte troppo impolverite.
La narratrice delle lettere, la protagonista, la voce, cercherà di scusarsi attraverso le parole che scriverà, cercherà di giustificarsi, senza eliminare le sue colpe, chiederà scusa in tanti modi diversi, sotto alle apparenti parole che scriverà.
Ad un certo punto chiederà anche scusa per averle scritte a sua nipote, quelle cose, "avrei dovuto dirlo a tua madre".
Olga si sentirà colpevole per la morte di sua figlia, Ilaria, nonché madre della nipote a cui scrive. Si sentirà colpevole, ma riuscirà a non provare quell'immenso dolore che provano le persone che non riescono ad incolparsi, ma che trovano sempre un'alibi per lavarsi le mani, anche quando la verità si trova davanti ai loro occhi.
Olga racconterà ottant'anni 'interessanti', ottant'anni nel quale ci saranno guerre, morti, tradimenti, sentimenti confusi, ingenuità.
Ella non smetterà mai di essere la ragazza con fin troppe domande, curiosa di conoscere il mondo, le persone, di studiare. Sarà sempre una donna diversa dalle altre, prenderà sempre la vita come le si presenta, respirando a fondo nel caso in cui si trovi dinanzi a più strade, respirando e ascoltando. Ascoltando il suo cuore.

(Qui di sotto è riportata l'ultima parte del libro, se ancora dovete leggerlo e avete intenzione di farlo, vi consiglio di  non leggerla, semplicemente per gustarvi maggiormente la lettura)
"Abbi cura di te.
Ogni volta in cui, crescendo, avrai voglia di cambiare le cose sbagliate in cose giuste, ricordati che la prima rivoluzione da fare è quella dentro se stessi, la prima e la più importante.
Lottare per un'idea senza avere un'idea di sé è una delle cose più pericolose che si possano fare.
Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere.
Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e di frutti.
E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.
Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore.
Quando poi ti parla, alzati e va' dove lui ti porta."

Voto:


E anche oggi è tutto. E voi, avete letto questo meraviglioso libro?
Cosa aspettate a farlo, se non lo avete letto?! 
Alla prossima, lettori!




sabato 23 luglio 2016

Recensione: Io prima di te - Jojo Moyes. (NO SPOILER)

TRAMA
Informazioni edizione: 
Mondadori, brossura
391 pagine
€13.00
A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.
link per acquistarlo: amazon


RECENSIONE
Oggi vi voglio parlare di questo libro, ormai famosissimo, anche per l'uscita del film.
Immagino che ormai tutti lo conosceranno, anche solo per sentito dire.
Bene, parto col dirvi che è un romanzo che ho apprezzato molto e che questa non è assolutamente una recensione negativa, ma forse non sono riuscita ad apprezzarlo come tutti. Perché, Lucia, non sei riuscita ad apprezzare così tanto un romanzo strappalacrime, romantico e che tutti amano?
La trama è ben sviluppata, la storia si svolge in un modo diretto e ben scritto, l'autrice, Jojo Moyes, riesce a far entrare il lettore nel libro e riesce a farlo ambientare perfettamente in tutti i luoghi che ci presenta. Mi è piaciuto come Will cerchi di spronare Lou a fare di più della sua vita, a non marcire in quel buco di città dove vivono, come Lou resti sempre e comunque se stessa, anche quando magari quello che fa potrebbe essere considerato immaturo o irragionevole.
Inizialmente ero molto indecisa sul leggerlo o meno, poi una mia amica mi ha convinta a leggerlo poiché lei lo aveva amato e venerato, e sta aspettando il film con tantissima ansia, allora l'ho preso tra le mani, e l'ho iniziato. Dopo un paio di giorni arrivo al finale, che mi aspettavo in realtà, e lo leggo con la curiosità di sapere in quale punto la mia amica avesse pianto così tanto e si fosse emozionata a tal punto da regalarlo a mia cugina che non ama leggere. Chiudo il libro. Bene, e il pianto? Mi sono commossa, questo si, essendo anche una persona molto sensibile, ma non sono riuscita, probabilmente, a cogliere il momento esatto in cui questa storia avrebbe dovuto prendere il mio cuore e strapparlo per formare tanti piccoli coriandoli da lanciare dal balcone (cosa che mi aveva fatto credere, per l'appunto, la mia amica).
Per consigliarvelo, ve lo consiglio, la Moyes ha una scrittura molto scorrevole, semplice e frizzante, e riesce, infatti, ad ipnotizzarvi quasi con la sua scrittura. Semplicemente, vi consiglio di non partire con delle aspettative altissime per mezzo delle altre recensioni o degli altri pareri, iniziate a leggerlo in modo neutro.
Inoltre, dopo il film, mi aspetto gadget, cover, maglie, scarpe, anelli, occhiali e chi più ne ha più ne metta, dedicati, come successe con colpa delle stelle. Quindi, beh, preparatevi.


Voto: 



Anche oggi è tutto, lettori, e voi, cosa pensate di questo libro?
Buon weekend a tutti voi!






venerdì 22 luglio 2016

The summer - BOOK TAG

Buon venerdì lettori!
Oggi vi propongo un book tag molto carino che ho visto su youtube dal canale di Readingcansaveus, ovvero The summer book tag, che mi sembrava adatto per questo periodo.
Iniziamo subito!



1) Quale cover ti fa pensare all'estate? 


Come finiscono le favole  - Lisa Kleypas. 
Non so di preciso perchè questa cover mi faccia pensare all'estate ma guardatela, è stra carina con questa bambina che salta e tutto questo rosa, e bianco, e azzurro, e verde, e....


2) Quale libro ti ha rallegrato la giornata? 


Per dieci minuti - Chiara Gamberale. 
Un libro molto carino, di cui ho fatto la recensione che vi lascio qui, se vi va di sapere cosa ne penso correte a leggerla!

3) Trova un libro con del giallo nella cover.


Il movimento è fermo - Lo Stato Sociale. 
Cercando nella libreria mi sono resa conto di non avere molti libri che contengono del giallo nella cover, poi mi sono imbattuto in questo e.. beh, più giallo di così!

4) Qual è la tua lettura da spiaggia preferita? 
Se come spiaggia si intende la spiaggia vera e propria, preferisco portarmi dietro dei libri romantici o anche semplicemente con una trama non troppo impegnativa; 
se si intende lettura estiva, beh, in estate leggo praticamente di tutto poiché è il periodo in cui più la mia mente è libera.

5) Quale libro d'azione ti ha fatto correre all'inseguimento dell'omino del gelato? 



Per questa domanda vi propongo due titoli:
Regina rossa - Victoria Aweyard.
Non ponevo grosse aspettative per questo libro, invece mi ha sorpresa più di una volta, in special modo con un colpo di scena che mi ha fatto quasi rimanere in uno stato di trance. Non vedo l'ora di acquistare il secondo!
L'ospite - Stephenie Meyer. 
E' l'unico libro che ho letto di questa autrice, anche se possiedo l'intera saga di twilight. Ma comunque, è un libro davvero molto interessante da molti punti di vista e mi è piaciuto davvero tantissimo, a parte la lentezza dei primi capitoli e il finale abbastanza aperto, vi stra consiglio questo libro.

6) Scottatura: quale libro aveva un finale negativo e/o doloroso?


Ricordati di guardare la luna - Nicholas Sparks. 
Devo ammettere che è stato abbastanza difficile scegliere, poiché la maggior parte dei volumi presenti nella mia libreria hanno un finale negativo e/o doloroso (ad esempio va' dove ti porta il cuore, il rumore dei tuoi passi, allegiant, io prima di te, nessuno si salva da solo...), ma ho scelto questo per un motivo molto semplice: è ambientato nel periodo estivo. O meglio, si inizia con il periodo estivo e poi la storia narra degli anni a venire. E' l'unico libro che io abbia mai letto di Sparks, molto carino e commovente!

7) Tramonto: quale libro ti ha resa felice quando è finito?

Jane Eyre - Charlotte Bronte.
Questo non è un libro, ma il libro. Jane mi rispecchia alla perfezione e la fine di questo libro è, sì, scontato, ma trasmette anche tantissimo sollievo.

8) Quale cover ti ricorda un tramonto?


Harry Potter e la camera dei segreti.
Osservavo la mia libreria e poi è arrivato lui, a parte la copertina stupenda, dietro la Tana si intravede il tramonto, ed è davvero magnifico.

9) Quale libro o serie speri di leggere quest'estate? 
Ho fin troppi libri che desidero leggere in questo poco tempo che mi rimane, ad esempio Cent'anni di solitudine, la serie di shadowhunters, Dracula, Il giovane Holden, Il sogno e molti, ma moolti altri..


Queste erano le risposte a questo carinissimo tag.
Quali sono le vostre risposte? Fatemi sapere con un commento se vi va.
Alla prossima, lettori!















Reading A Book Smiley Pink Rose Flower